domenica 22 marzo 2015

Quanto tempo è passato...

...ma quante cose sono successe!!!
Non so quanti di voi mi seguivano saranno ancora qui... mi sembra di lanciare un messaggio in una bottiglia ed affidarlo al mare...
Comunque, per quelli che ancora potrebbero essere allertati in qualche modo da questo nuovo messaggio, ecco quello che non vi ho mai detto più alcune novità:
1- sono laureata in Biologia
2- lavoro come nutrizionista
3- sono iscritta a Medicina
4- ho continuato e continuo ad approfondire i miei studi sull'alimentazione e le patologie
5- sono due mesi che non ho più manifestazioni allergiche da nichel... ma questo non lo dite a nessuno, per scaramanzia ;) .

Detto ciò, come ho fatto a liberarmi di questa piaga?
Di preciso non lo so, ho cambiato (ancora una volta!) alimentazione per altri motivi e mi sono ritrovata a non avere più manifestazioni allergiche.
Ho cambiato alimentazione perchè, e lo sa bene chi fa la dieta di eliminazione da nichel, alla fine avevo eliminato molti cibi (molte verdure, legumi, molti tipi di frutta e la frutta a guscio... no, la cioccolata non la ritengo indispensabile!!!) che sono il meglio del meglio per non incorrere in altri problemi su un più lungo periodo.
È stato un percorso lungo, iniziato più di un anno fa.
Ve lo riassumo per punti (che oggi a quanto pare mi piacciono molto):
1- non più acqua del rubinetto, specie di prima mattina
- e dopo un mese ho ricominciato a mangiare pomodori freschi e passati in vetro,
- e dopo due ho cominciato ad integrare altra verdura (stando però sempre attenta a non mettere troppi cibi ricchi di Ni nella stessa giornata)
2- ho cominciato ad assumere un pò di antiossidanti in più, quindi, oltre che sotto forma di cibi (verdura e frutta) anche sotto forma di integratori
3-  ho ricominciato a mangiare legumi (piselli, quelli a più basso contenuto di Ni, lasciati a lungo a bagno) abbinando, durante il pasto, la vitamina C
4- ho cominciato a mangiare 2 noci del Brasile al giorno (perchè le più ricche in selenio e le più povere in Ni)
5- ho cominciato a sostituire la pasta (il pane l'ho solo limitato perchè ne vado pazza) con cereali in chicco di altro tipo (farro, orzo, grano saraceno, miglio) cercando di ruotarli (e di preferire quelli senza glutine...il perchè esiste, ma sarebbe molto molto lungo spiegarlo qui)
6- ho eliminato i formaggi (il latte già non lo bevevo, mi ha sempre dato un pò fastidio) -e ora quasi piango quando vedo il gorgonzola...-
7- mangio più pesce (prima quasi nulla non è che mi piaccia tanto)
8- ho cominciato a bere il kefir d'acqua
9- nessuna restrizione calorica

Risultati:
- niente più prurito, pelle che scotta, ponfi, ecc ecc
- miglioramenti sul versante gastro intestinale
- non più insonnia o difficoltà ad addormentarmi
- mi sto "asciugando", termine poco tecnico ma che rende l'idea, in modo lento ma continuativo

Ora, se in questi anni di silenzio ho imparato qualcosa è che non esiste nulla di valido per tutti, nemmeno se il protocollo è stato sperimentato su tante tante persone per molto tempo. Quindi quello che ho appena scritto ha il valore di un semplice resoconto di ciò che ho fatto e di quello che ho notato su di me.

Quanti vorranno avere qualche informazione in più possono trovarmi mediante:
mail emmspirito@gmail.com
FB https://www.facebook.com/nonsolopeso
blog http://nonsolopeso.blogspot.it

3 commenti:

Erica ha detto...

Io non ti seguivo, ti ho scoperta per caso oggi...non fa nulla se il blog "dorme",l'importante è che ci aiuti! �� e complimenti per i tuoi traguardi ��

Anonimo ha detto...

cliccando sulla tua pagina facebook risulta cancellata come mai?

Alessandra ha detto...

Salve! Quindi le noci brasiliane, nel quantitativo di un paio al giorno, si possono mangiare? Dovrei integrare, a causa della tiroide, il selenio e mi sono state caldamente consigliate. Pur di evitare Integratori vari, che sicuramente mi farebbero più male, vorrei provarle!
Alessandra